Mario Capanna Scrittore, giornalista, coltivatore diretto, apicoltore. Leader studentesco nel Sessantotto, Segretario nazionale di Democrazia Proletaria fino al 1987, esponente ambientalista e pacifista. Già consigliere regionale della Lombardia (1975-80), comunale di Milano (1980), parlamentare europeo (1979-84) e deputato nazionale per due legislature (1983-92). E’ stato Presidente della Fondazione Diritti Genetici. Tra i suoi libri  Formidabili quegli anniRizzoli 1988 , Bur 1998; Arafat, Rizzoli 1989; Speranze (Rizzoli1994); Il fiume della prepotenza,Rizzoli 1996, Bur 2000; Lettera a mio figlio sul Sessantotto Rizzoli 1998; L’Italia viva,Rizzoli 2000; (a cura) L’uomo è più dei suoi geni, Rizzoli 2001; Verrò da te. Il mondo presente e futuro, Baldini Castoldi Dalai 2003; Coscienza globale. Oltre l’irrazionalità moderna, Baldini Castoldi Dalai 2006; Il Sessantotto al futuro,Garzanti 2008; Per ragionare. Sessanta domande sul nostro futuro e alcune proposte,Garzanti 2010; Noi tutti Garzanti 2018.

 

Vera  Vigevani è nata a Milano nel 1928. Undici anni più tardi,  a causa delle leggi razziali, la sua famiglia scelse di emigrare in Argentina. Era il 1939. In Italia rimase solo il nonno, sessantonovenne antiquario, che provò  a fuggire in Svizzera alla fine del 1943 ma fu tradito e deportato ad Auschwitz. In Argentina Vera si è sposata ed è stata, fino alla pensione, giornalista all’Ansa di Buenos Aires. Madre di Franca desaparecida nel 1976 in Argentina e vittima, a diciotto anni, dei voli della morte della dittatura militare. Franca scomparve a diciotto anni il 26 giugno 1976 e di lei non si seppe più nulla fino a poco tempo fa, quando una donna che era sopravvissuta al campo di concentramento dell’Esma, la scuola militare trasformata in un lager, le ha raccontato tutto. Da allora Vera Vigevani appartiene al movimento delle Madres de Plaza de Mayo ed è diventata una “militante della memoria”. La storia di Vera è stata raccontata nel 2014 in un docuweb in sette puntate realizzato da Marco Bechis e il Corriere.it.

 

Mario Cervino (Presidente del Comitato Provinciale di Livorno dell’ A.N.V.G.D.) e Sergio Laganà (Presidente del Gruppo di Livorno dell’ A.N.M.I.). Entrambi Ufficiali in congedo della Marina Militare con il grado di Capitano di Vascello (C.V.).

 

 

 

 

Clicca qui per leggere i testimoni del 2018-2019